Emergenza coronavirus e sclerosi multipla

Raccomandazioni globali sul COVID-19 per le persone con SM -_Documento MSIF integrato dal gruppo AIMS_SIN_- Aggiornato a Maggio 2020

Documento elaborato dalla Multiple Sclerosis International Federation (MSIF) integrato da una serie di note prodotte da un gruppo di lavoro dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla e dalla Società Italiana di Neurologia.

Sclerosi multipla, primi dati sull’impatto di COVID-19 

Supporto psicologico ai malati e familiari

Anche in condizioni eccezionali come quelle che stiamo attraversando in questo particolare periodo per l’emergenza COVID19, nel decorso della Sclerosi Multipla (SM), a partire dalla diagnosi, il malato deve imparare a convivere con lo stato di malattia cronica, con sintomi, limitazioni fisiche e cognitive, con eventuali riduzioni nell’autonomia, con la necessità di terapie a lungo termine e di monitoraggio clinico continuo.

Presso il reparto di Sclerosi Multipla dell’Ospedale di Gallarate è disponibile uno spazio di aiuto psicologico gratuito e accessibile per tutti, che prevede:

  • Colloqui informativi e di sostegno psicologico per pazienti in situazioni critiche legate all’evoluzione clinica (diagnosi, ricadute, sintomi disturbanti, passaggio alla forma progressiva, rapporto coi farmaci e con le cure) o a eventi di vita che si intrecciano al decorso della malattia (l’emergenza COVID19, difficoltà relazionali, separazioni, lutti, divorzi, trasferimenti, matrimoni, gravidanze, rapporto genitori/figli, problemi lavorativi, …)
  • Colloqui informativi e di sostegno aperti ai familiari (per esempio a genitori di bambini/ragazzi con SM, o per problemi legati alla genitorialità, alla comunicazione della propria diagnosi ai figli, alla gestione dei rapporti con un familiare malato, …)
  • Valutazioni neuropsicologiche periodiche (di screening e monitoraggio) o più approfondite (per richieste di invalidità, aggravamento, rinnovo patente, o ai fini di un migliore inquadramento clinico), anche rivolte a bambini e ragazzi con SM (per individuare risorse e limiti, per dare agli insegnanti indicazioni operative personalizzate)
  • Interventi di counseling neuropsicologico e riabilitazione cognitiva personalizzati, rivolti al paziente e/o ai suoi famigliari per la gestione del disturbo cognitivo, con programmazione di attività da effettuare in seduta o autonomamente e periodici monitoraggi (col malato e/o il caregiver).

Contatta il reparto