Giovedì 21 aprile 2022 la IV Giornata nazionale della prevenzione per la diagnosi precoce dei tumori del cavo orale

Un’occasione per prendersi cura di sé a costo zero da cogliere al volo.

La propone l’AOOI, l’Associazione Otorinolaringologi Ospedalieri Italiani.

Giovedì 21 aprile sarà la IV Giornata nazionale della prevenzione per la diagnosi precoce dei tumori del cavo orale. Aderisce all’iniziativa l’Ospedale di Busto Arsizio: l’unità operativa di Otorinolaringoiatria, diretta dal dottor Antonio Scotti, offrirà visite gratuite di screening.

“Il nostro obiettivo è intercettare i cittadini portatori di “neoformazioni” del cavo orale di recente insorgenza, e non ancora inquadrate dal punto di vista diagnostico – afferma il dottor Edoardo Stellin, otorinolaringoiatra -. Bisogna prestare attenzione (solo per fare qualche esempio) a macchioline bianche o rosse sulle mucose delle gengive, alle lesioni da morsicatura, alle lesioni da decubito causate da protesi dentali non correttamente adattate.

Il rischio di un tumore del cavo orale aumenta con l’età e in pazienti con fattori di rischio quali fumo, alcol (specialmente se abbinati) e infezione da HPV (Papilloma virus). Il cavo orale è spesso trascurato, alcune lesioni precancerose non sono facilmente visibili e non sono dolenti, per questo la prevenzione è uno strumento fondamentale per evitare l’insorgere di problemi seri”.

I report epidemiologici mettono in evidenza che oltre la metà dei casi giungono, infatti, alla prima diagnosi con malattia localmente avanzata o già metastatica, e di questi l’80% non sopravvive oltre i 5 anni. Al contrario, per i pazienti diagnosticati negli stadi iniziali, il tasso di sopravvivenza si attesta all’80-90% (fonte AIRC).

I tumori del distretto testa-collo sono il settimo cancro più comune in Europa, circa la metà dei tumori del polmone, ma due volte più comuni del cancro del collo dell’utero. In Italia rappresentano il 3% dei casi oncologici, con una frequenza media tre volte superiore negli uomini e un’incidenza che aumenta progressivamente con l’età a partire dai 50 anni.

Per prenotare un consulto bisogna chiamare l’ambulatorio di Audiofonologia allo 0331.699296, dal lunedì al venerdì, dalle 14 alle 16.

Il Direttore Scotti commenta: “La prevenzione è l’arma vincente della medicina moderna: da un lato anticipa una diagnosi, che se ritardata avrebbe effetti sicuramente più gravi, dall’altro sensibilizza l’opinione pubblica e quindi l’utenza sul problema salute a 360 gradi. Investire in prevenzione oggi ci permetterà di risparmiare domani. Accogliamo sempre con favore le iniziative della Società Italiana di Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico Facciale nel campo della prevenzione”.