Raccolta di crowdfuning #InsiemeStraordinari: cerimonia di consegna dell’assegno di 15.000 euro.

Questa mattina, nel Presidio di Busto Arsizio in via Arnaldo da Brescia, si è tenuta la cerimonia di consegna dell’assegno di 15.000 euro, frutto della raccolta di crowdfuning #InsiemeStraordinari promossa da Banco BPM e sostenuta dal Comune di Busto Arsizio in favore del progetto della Fondazione Cristiano Tosi, volta all’acquisto di DPI (dispositivi di protezione individuale) per i malati e il personale sanitario, ossigeno per i malati e un ventilatore per la terapia sub-intensiva.

L’assegno è stato consegnato al Direttore Generale dell’ASST Valle Olona Eugenio Porfido da Mario Piffarerio, responsabile area Varese della Direzione Territoriale Milano e Lombardia Nord di Banco BPM, e da Alessandro Fattore, Presidente della Fondazione Cristiano Tosi.

Alla cerimonia erano presenti: il Consigliere comunale Alessandro Albani (in rappresentanza dell’Amministrazione comunale), il Presidente Agesp Giuseppina Basalari, la Direzione strategica di questa ASST.

Il Promotore della Fondazione, Avvocato Federico Tosi, ha affermato: “Sono orgoglioso che nel nome del mio caro fratello Cristiano la Fondazione, che ne onora il nome, abbia dato un aiuto concreto a Busto Arsizio, così martoriata dall’odierno morbo. La mia famiglia ringrazia i Sanitari e tutto il Personale dell’ASST per l’impegno, il Banco BPM, il Sindaco di Busto Arsizio, l’Agesp SPA e i cittadini di Busto Arsizio“.

Il Consigliere comunale Albani ha detto: “In questo momento di grande emergenza sanitaria, con drammatiche ripercussioni economiche, sono orgoglioso della grande generositĂ  dei miei concittadini, che non hanno esitato a rispondere con sensibilitĂ  a questa importante raccolta fondi per il Presidio di Busto Arsizio. Desidero inoltre ricordare la vicinanza del Presidente della Commissione SanitĂ  di Regione Lombardia, Emanuele Monti, che pur non essendo presente oggi per via dell’aggravamento della situazione pandemica, ha comunque espresso la piena solidarietĂ  all’iniziativa. Per Monti “questa è la nostra vocazione, la solidarietĂ  e l’aiuto reciproco. Con questo stimolo continueremo a lavorare insieme nell’affrontare la pandemia ma piĂą in generale nel garantire la salute ai nostri cittadini“.

Alessandro Albani (in qualitĂ  di infermiere), associa il suo plauso a quello dell’OPI (Ordine Professioni Infermieristiche), attraverso la figura del suo Presidente dottor Aurelio Filippini.