Comunicazioni di avvio del procedimento sanzionatorio per inadempienza all’obbligo vaccinale

Dal 4 aprile u.s. è iniziata la consegna delle comunicazioni di avvio del procedimento sanzionatorio per inadempienza all’obbligo vaccinale (Covid-19) negli ultracinquantenni.

Il Ministero della Salute, avvalendosi dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione, comunica a suddetti soggetti inadempienti all’obbligo vaccinale l’avvio del procedimento sanzionatorio tramite Raccomandata A/R.

Tali comunicazioni vengono recapitate ai cittadini over 50 per i quali, alla data del 1 febbraio u.s. (data di entrata in vigore dell’obbligo vaccinale per gli over50) non risultino, dalla Piattaforma nazionale- DGC, vaccinazioni anti-SARS-CoV-2 effettuate nei termini previsti nĂ© differimenti delle medesime per infezioni da SARS-CoV-2 o esenzioni dalla vaccinazione.

La norma prevede che il cittadino destinatario dell’avviso abbia 10 giorni di tempo dalla ricezione dello stesso per presentare, alla ASST competente per territorio, l’eventuale certificazione relativa al differimento o all’esenzione dall’obbligo vaccinale, ovvero altra ragione di assoluta e oggettiva impossibilità. 

Entro il medesimo termine il cittadino è tenuto a segnalare sul sito dell’Agenzia delle entrate-Riscossione (AdeR) l’avvenuta presentazione di tale comunicazione.

Non è previsto l’invio della documentazione ad ASST Valle Olona.

Al fine di evitare ritardi nell’ iter procedurale, si raccomanda di trasmettere formalmente ogni comunicazione/documentazione unicamente alla ASST territorialmente competente in base alla residenza/ domicilio.

Nel territorio di ATS Insubria le ASST cui fare riferimento sono:

Si specifica che le comunicazioni trasmesse ad ASST Valle Olona non saranno prese in carico né interromperanno i termini previsti dalla norma.