Dal primo gennaio 2016 nasce la nuova ASST della Valle Olona

A seguito dell’entrata in vigore della L.r. 23/2015 “Legge di riforma del Servizio socio-sanitario”, nasce la nuova ASST della Valle Olona in cui sono confluite le ex Aziende Ospedaliere di Busto Arsizio (escluso il Presidio Ospedaliero di Tradate, confluito nella ASST dei Sette Laghi) e di Gallarate, comprese le aree distrettuali di Busto Arsizio, Gallarate e Saronno.

In attesa del nuovo Piano di Organizzazione Aziendale Strategico le informazioni relative agli Ospedali di Busto Arsizio, Saronno, Gallarate, Somma Lombardo e Angera potrebbero essere soggette a ulteriori modificazioni e/o aggiornamenti.

L’ASST della Valle Olona è chiamata ad assicurare, sul territorio di competenza, l’erogazione sia dei servizi ospedalieri sia dei servizi sanitari socio sanitari territoriali. Ai cittadini è garantita l’erogazione delle prestazioni senza alcuna interruzione.

26 giugno 2022 – Giornata mondiale contro l’abuso e il traffico illecito della droga

La DROGA: distrugge tutte le relazioni! L’organizzazione delle Nazioni Unite ha proclamato il 26 giugno 1988 la Prima Giornata Mondiale contro l’abuso e il traffico illecito della droga. In occasione della XXXIV giornata che si tiene quest’anno, invitiamo tutti a  riflettere sulle reali ragioni profonde di un male tanto diffuso, che minaccia la vita di […]


21 giugno: Giornata mondiale sulla SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica)

La Giornata Mondiale sulla SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica) si celebra ogni anno il 21 giugno, nel solstizio d’estate. La scelta della data esprime, infatti, la speranza in un punto di svolta per quel che riguarda la ricerca delle cause, dei trattamenti e delle cure efficaci per sconfiggere finalmente la malattia. Abbiamo chiesto al Dott. Isidoro La […]


Sabrina Distefano vince parimerito la seconda edizione del premio artistico “Irene Metra” organizzato dall’OPI di Varese

Il premio, giunto alla seconda edizione, aveva come titolo “ESSERE INFERMIERE, UNO SGUARDO OLTRE LA DIVISA”.

L’intento era quello di promuovere l’immagine dell’essere infermiere e di consentire ai partecipanti di esprimere il proprio vissuto dopo questo periodo unico e difficile che abbiamo vissuto.