ASST Valle Olona e Lilt unite da un Nastro rosa anche nel 2021

Si rinnova l’appuntamento autunnale con la prevenzione delle patologie femminili, grazie al lavoro di squadra fra clinici ASST Valle Olona e Lilt associazione di Varese.

Visite senologiche, ginecologiche e Pap test gratuiti, conferenze e stand informativi: la campagna “Nastro rosa 2021” è in corso, ha preso il via il 15 settembre e si concluderà il 17 novembre 2021.

Afferma il Professor Ivanoe Pellerin, Presidente Lilt associazione Varese: “Un caloroso ringraziamento a tutti coloro che vorranno prestare attenzione alle numerose e molteplici attività che la LILT nell’occasione dell’”Ottobre rosa”, evento su scala nazionale che vuole accendere una luce particolarmente intensa intorno alla prevenzione dei tumori nel genere femminile, mette in campo su tutto il territorio della provincia di Varese.

L’ottobre si tinge di rosa per ricordare a tutte le donne che la prevenzione è l’arma più efficace contro il tumore al seno. Educazione e formazione alla cultura della lotta contro il cancro, prevenzione, diagnosi precoce e assistenza alla persona ammalata considerata in termini olistici, sono gli elementi fondamentali dell’attività della LILT. Vorrei confermare che, accanto a ciò, la LILT ha da sempre a cuore la buona salute dei cittadini di questo territorio e per questo credo che l’attività delle Associazioni sia quanto mai attuale.

Come Voi ben sapete, la LILT si legge come: presenza dei volontari in Ospedale; trasporti dei malati oncologici in difficoltà per i centri dove effettuare chemio e radioterapie; assistenza ai malati che non possono guarire; promozione della cultura della prevenzione primaria (stili di vita), secondaria (diagnostica precoce), terziaria (assistenza ai malati in difficoltà). Promozione della cultura della prevenzione attraverso incontri, dibattiti e corsi di formazione.

Fare volontariato oggi è uno stile di vita.

Il volontariato è un insieme di persone che esprimono ideali di solidarietà. Il volontario è quella persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione tempo e capacità per gli altri. La sua azione è diretta a favorire la realizzazione di un mondo migliore. È un modo per mettersi in relazione con il mondo fuori di sé e con gli altri, anche per dovere civico, per senso di responsabilità, per contribuire al miglioramento della società e delle istituzioni.

La feroce pandemia ha messo in difficoltà il sistema sanitario, ha purtroppo mietuto molte vite, ha rarefatto i rapporti interpersonali, ha ostacolato le normali relazioni.

La lotta è impari, l’avversario è tanto più invisibile quanto cattivo e contagioso. Credo sia noto a tutti che l’unica soluzione è il vaccino; dobbiamo dirlo a gran voce e quindi dobbiamo procedere con determinazione verso il traguardo della più ampia vaccinazione possibile.

Poiché in questo terribile periodo sono stati abbandonati controlli, follow up, visite diagnostiche, a volte anche interventi chirurgici ritenuti non urgenti, mi appare invece molto urgente ricordare a tutti che se contro il virus abbiamo il vaccino, contro il cancro il vaccino non c’è.

Abbiamo messo in stand-by tutta la campagna della diagnosi precoce.

Eravamo attestati nel 2019 a circa il 67% di guaribilità di tutti i tipi di cancro. Purtroppo questo trend invece di migliorare tenderà a peggiorare. Nel prossimo futuro assisteremo all’aumento delle prime diagnosi di malattia neoplastica proprio a seguito della rarefazione degli interventi.

Nel prossimo anno probabilmente assisteremo a circa 58.000 nuove diagnosi di tumore al seno. Accanto alle morti per/con Covid, nel 2020 abbiamo registrato circa 183.000 morti per malattia neoplastica. Credo che questi numeri parlino da soli.

Riprendiamo in mano il nostro destino e diciamo chiaramente che la prevenzione è l’arma vincente contro i tumori, contro tutti i tumori sia di genere femminile che di genere maschile.

Dobbiamo esserne profondamente convinti per poter convincere tutti all’attenzione contro questo nemico insidioso e per questo occorre sottolineare con forza la necessità della prevenzione”.

EVENTI CAMPAGNA NASTRO ROSA: Ottobre mese della prevenzione del tumore al seno

Per informazioni su come prenotarsi